Tu sei qui

Riciclo 2020: la scoperta delle Marche. “Altre info… le trovate qui!”
23/07/2020
-
news

di Claudio Dall’Agata

Rivelare, in rete o anche in altri contesti come ad esempio nel corso di una conversazione o di un programma televisivo, dettagli rilevanti della trama di un libro, un film, una serie televisiva etc., rovinando l’effetto sorpresa. Questa è la definizione di “spoilerare”, termine annoverato dall’Academia della Crusca fra le nuove parole del dizionario italiano. Consapevoli della definizione, rischiamo quindi di rovinare la sorpresa. Si, perchè altre informazioni “le trovate tutte qui”. Questo recita parte del titolo di queste righe e anche questo dirà il ciclo di spot che stiamo realizzando per parlare delle nostre attività e che verrà presto veicolato nei diversi media, oltre che a Macfrut Digital, nel solco di un’idea che sta ispirando la qualità delle informazioni, sempre più inedite, originali e frutto di approfondimenti specifici che settimanalmente pubblichiamo nella parte del nostro sito dedicata alle news.

Inizialmente le notizie erano destinate alla nostra comunità, contenevano una rassegna dei principali avvenimenti sul mercato, la produzione ortofrutticola e il consumo. Niente di particolarmente originale. Con il passare del tempo, quando abbiamo cominciato a diffondere i risultati delle nostre ricerche, i dati significativi del nostro settore, oltre che elementi di utilità per il mercato stesso, abbiamo deciso di rendere pubbliche le nostre news, in un nostro spazio dedicato sul web, perché potessero essere disponibili a tutti gli internauti, anche ai consumatori più curiosi e con desiderio di approfondimento.

Il lockdown e le modalità modificate di accesso e ricerca delle informazioni ci hanno indotto a un altro passo. Tentare di essere una fonte critica, preparata e analitica sulle novità del nostro settore, di potenziale utilità anche per la stampa specializzata, sempre a caccia di informazioni nuove e originali. Disponiamo infatti di informazioni, ricerche e contenuti sui temi contemporanei, dalla sostenibilità allo spreco alimentare, la rete di relazioni ci consente di avere costantemente elementi di novità e non da ultima sentiamo la responsabilità di contribuire a costruire una corretta informazione, puntuale, costante, solida e preparata, unico baluardo per contestare i falsi miti o smascherare le fake news. Ogni settore è responsabile della propria informazione, o no?

A questo proposito, esemplificando, quando si parla di sostenibilità nella filiera della carta, il riciclo recita una parte fondamentale. Martedì 21 luglio è stato presentato da Comieco il 25° rapporto sul riciclo di carta e cartone in Italia, con numeri importanti. L’88,4% degli imballaggi a base cellulosica in Italia nel 2019 è stato recuperato e l’80,8% riciclato. Questo dato è il più alto a livello europeo e già superiore agli obiettivi della transizione ecologica europea, che fissava per il 2025 il 75% di riciclo. In sintesi siamo bravi e in Europa siamo i più bravi, anche rispetto ad altri materiali che hanno percentuali di recupero e riciclo significativamente inferiori.

E questo avviene attraverso un sistema di recupero e riciclo a Km 0. In sostanza gli imballaggi da riciclare non devono percorrere lunghe distanze per essere recuperati: infatti il 98% degli imballaggi in carta e cartone vengono riciclati in Italia grazie a un sistema capillare fatto di 364 impianti di raccolta, selezione e smistamento e 56 cartiere. Quindi nel 2019 sono state raccolte oltre 100 mila tonnellate in più rispetto al 2018, pari alla raccolta di una regione in più come le Marche. Nel 2019, per la prima volta, viene superata la soglia dei 3,5 milioni di tonnellate di carta e cartone raccolti in modo differenziato e riciclati, con un incremento del 3% sull’ultimo anno e quasi due volte e mezzo superiore rispetto al 1998. Ognuno di noi ha fatto, quindi, qualcosa in più incrementando di oltre un chilogrammo la propria raccolta pro-capite, che passa dai 55,8 kg del 2018 ai 57,5 kg dell’ultimo anno.

Quindi l’invito è per tutti, dai professionisti curiosi ai semplici consumatori critici: semplicemente continuate a seguirci, perché tante informazioni per avere stimoli, elementi di riflessioni e per mettere in pratica comportamenti più consapevoli… le troverete qui!

 

Fonte e Approfondimenti