Tu sei qui

Ora la “sicurezza” diventa uno slogan per le nuove aperture
27/06/2020
-
news

Sicurezza alimentare. Ovunque ti volti, ovunque la trovi, chiunque ne parla, tutti ci ragionano e in tanti già hanno operato nei fatti o, meglio, hanno ridefinito in quest’ottica le proprie attività a breve termine. Accade così che, sia di forma che di fatto, le recenti novità in ambito alimentare abbiano titoli o sottotitoli orientati alla maggiore garanzia igienica e sanitaria e conseguentemente alimentare. E questo vale per tutti i gangli della filiera, specie per quegli operatori a stretto contatto con il consumatore, che ne percepiscono le modifiche di preferenze e orientamenti, che hanno in mano il termometro della febbre del consumo.

Accade così che Pam Panorama utilizzi proprio il concetto della sicurezza per l’apertura del punto vendita local che recentemente ha aperto le porte a Torino, tra via Nizza 162 e via Alassio. Un’inaugurazione che rappresenta un segnale importante di ripartenza e ritorno alla “normalità” a seguito del prolungato lockdown. Il nuovo convenience store della storica insegna si vuole fregiare del titolo di punto vendita sicuro, pensato, progettato e realizzato per garantire i massimi standard di sicurezza per clienti e lavoratori, tenendo conto delle nuove abitudini di spesa mutate a seguito della pandemia da Covid-19.

Il convenience store garantisce un’esperienza di spesa in sicurezza grazie alla predisposizione dello spazio e dei supporti che agevolano e indicano il distanziamento sociale e le prescrizioni obbligatorie di sicurezza; un modernissimo impianto di areazione che favorisce il costante ricambio di aria; l’inserimento di barriere protettive sia per il cliente che per l’operatore e una gestione degli accessi e dei check-out sicura e in completa autonomia, che permette una spesa più veloce anche grazie alla modalità di vendita che incentiva l’acquisto dei prodotti già confezionati.

All’esterno del punto vendita una comunicazione a pavimento delinea una corsia appositamente pensata per facilitare quelle fasce di persone che godono di un ingresso prioritario. La gestione degli accessi viene regolata  mediante appositi dispositivi elettronici che garantiscono la presenza contemporanea di un limitato numero di persone all’interno, mentre una comunicazione a pavimento indica un percorso consigliato da seguire come buona pratica per velocizzare il processo di acquisto e garantire la distanza di sicurezza durante la coda per accedere alla zona casse.

Insomma nulla di più di quello che da mesi i responsabili sulla sicurezza del lavoro impongono alle aziende in ottemperanza al susseguirsi di decreti legge sul distanziamento sociale per la lotta alla pandemia. Quindi se questi sono i temi che il consumatore ascolta e preferisce, se l’offerta a suo stretto contatto si muove sia in termini operativi che comunicativi in questa direzione, se poi tali osservanze e precauzioni sono già proprie del sistema produttivo, allora manca solo l’eliminazione di alcuni eventuali punti critici in termini igienici non risolti, con la certezza dell’applicazione operativa di tutti gli standard e del suo monitoraggio, e poi il gioco è fatto! Anche per noi della filiera manca solo di comunicarlo. Il consumatore ci ascolterà e ci premierà, e lo farà anche la GDO!
 

Fonte e approfondimenti
https://www.retailwatch.it/2020/06/25/retail/pam-panorama-inaugura-oggi-il-primo-convenience-store-sicuro-a-torino/