Tu sei qui

Kiwi: in calo le produzioni
16/12/2019
-
news

Nel 2019 le superfici produttive in Italia di kiwi a polpa verde (escluso G3, Jintao, Jinyang, Soreli e Dorì) mostrano una contrazione del 5% rispetto alla passata annualità, su poco più di 21.200 ettari, contro i 22.360 ettari del 2018. Tutte le principali regioni produttive evidenziano un calo: Piemonte (-14% sul 2018) e Veneto (-8% sul 2018) continuano ad essere penalizzate dall’espansione della moria. In Lazio si registra un calo del 6% rispetto allo scorso anno per i problemi di asfissia, mentre le superfici dell’Emilia-Romagna flettono di quattro punti percentuali sul 2018. Solo la Calabria e le altre regioni minori risultano con investimenti in crescita, rispettivamente del +5% e +2% sul 2018. L’offerta produttiva del 2019 è molto più contenuta dello scorso anno, le cause sono da imputare a problemi di carattere climatico, che hanno determinato una scarsa impollinazione e dunque rendimenti unitari contenuti, a cui si aggiunge l’espansione della moria anche in areali fino all’anno scorso non ancora colpiti, oltre alla presenza della batteriosi (PSV e PSA). In Piemonte si registra un netto calo della produzione quantificabile attorno al -32% rispetto al 2018, simile la diminuzione in Veneto dove l’offerta scende di trentun punti percentuali rispetto allo scorso anno. Meno accentuata la riduzione dei quantitativi raccolti in Emilia-Romagna, -7% se confrontata con la scorsa annualità. Raccolta nettamente inferiore rispetto alle attese anche in Friuli, dove si registra una flessione del 27% sul 2018. Rilevante il calo produttivo in Lazio la cui offerta flette del 45% rispetto al 2018; a determinare una raccolta molto deludente sono stati molteplici fattori: le eccessive piogge in primavera con una forte presenza di PSV, seguite da un’ estate siccitosa e caratterizzata da diverse grandinate, in cui si è aggiunta una rapida diffusione della moria. Nelle aree più meridionali si riscontra una riduzione della produzione in Campania (-14% sul 2018) mentre in Calabria l’offerta è stimata superiore del 12% rispetto alla passata stagione, complice l’ascesa delle superfici e le rese solo di poco maggiori del 2018, con un buon profilo qualitativo. A livello nazionale la produzione totale di kiwi verde scende del 25% sul 2018, con quasi 293.000 tonnellate, l’offerta più contenuta degli ultimi anni. La commercializzabile 2019 di kiwi verde è stata quantificata su poco più di 257.000 tonnellate, -23% rispetto al 2018 confermando una forte incidenza di prodotto di scarto ed industria. Molte aree evidenziano questo peggioramento qualitativo, sia rispetto allo scorso anno, ma anche rispetto alla media degli anni precedenti. Il quantitativo vendibile 2019 risulta così il più basso delle ultime annualità. La produzione di kiwi giallo 2019 (G3, Jintao, Jinyang, Soreli e Dorì) risulta stabile sull’anno precedente nonostante l’incremento delle superfici (passate da circa 2.900 a oltre 3.600 ettari in produzione) a causa di rese deficitarie. Il volume 2019 si attesta su poco più di 59.000 tonnellate, -1% sul 2018. La produzione commercializzabile (verde + giallo) complessiva 2019 di kiwi si attesta su poco più di 316.000 tonnellate, -20% rispetto alla precedente stagione.