Tu sei qui

Export italiano F&V: primi otto aumentano i volumi ma calano i prezzi
25/11/2019
-
news

Continua il rapporto di collaborazione tra Bestack e Fruitimprese per l’analisi dei trend commerciali con l’estero con l’analisi dei dati di sintesi dei primi otto mesi del 2019.

Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno si riscontra un calo delle esportazioni a valer del -4,5% e un aumento del 1,9% a volume.

Analizzando per singolo comparto i volumi esportati notiamo come a crescere siano le esportazioni di frutta fresca (+4,8%) e frutta secca (+8,3%) mentre sono stazionari ortaggi (+0,8%). In calo agrumi (-10,7%), e frutta tropicale (-16,4%).

I dati peggiorano se si effettua l’analisi delle esportazioni a valore. Aumenta il valore totale delle esportazioni solo per i prodotti orticoli (+1,6%), mentre è in calo il valore delle esportazioni di agrumi (-7,5%), frutta fresca (-8,6%), frutta secca (-1,3%) e frutta tropicale (-4,5%).

In aumento le importazioni di prodotti ortofrutticoli che crescono a volume del 2,6% e a valore del 10,7%, aumenti che portano ad un saldo negativo della bilancia commerciale a volume e a una forte diminuzione del disavanzo a valore.

Come visto nei report precedenti sull’export le performance delle esportazioni ortofrutticole italiane dipendono in maniera quasi esclusiva dall’andamento della frutta fresca, e questa è a sua volta fortemente influenzata dalle esportazioni di pochi prodotti, mele, pesche/nettarine e uva in particolare. Questa situazione fa si che i dati generali presentati possano fornire una rappresentazione complessiva non precisa tanto da richiedere una valutazione più puntuale. Infatti le esportazione degli ultimi 2 sono state fortemente influenzate dall’assenza di mele sul mercato e anche l’aumento di quest’anno può essere imputato a un ritorno ad una produzione normale per questo prodotto ad inizio campagna.

Fonte Fruitimprese