Tu sei qui

Prime stime di produzione per pesche, nettarine e albicocche: Segnali positivi per l’Italia
27/05/2019
-
news

I dati previsionali presentati Venerdì 23 maggio al convegno Interprunus a Lleida in Catalogna sulla campagna 2019 di pesche, nettarine e percocche stimano una produzione europea di 3,91 milioni di tonnellate, superiore alle produzioni del 2014 (+8%) e vicino al record produttivo del 2017 di 3,9 milioni di tonnellate.

La produzione di pesche per il 2019 è stimata in aumento rispetto al 2018 del 7% attestandosi a circa 1,55 milioni di tonnellate.

Per le nettarine sono previste produzioni pari a 1,51 milioni di tonnellate, con un aumento più marcato rispetto al 2018 (+14%).

L’analisi per regione produttiva indica la spagna come maggior produttore con 1,6 milioni di tons (in aumento del +9% rispetto al 2018), seguita da Italia, che recupera quote con 1,3 milioni di tonnellate e +14% rispetto al 2018, Grecia 787 mila tons in calo e Francia, che con 215 mila tons dovrebbe raggiungere il proprio record produttivo.

Oltre a pesche e nettarine sono previste in aumento anche le produzioni di albicocche secondo i dati comunicati a Europech 2019.

Le previsioni per la produzione di albicocche indicano infatti un aumento del +12% rispetto alla scorsa campagna di raccolta.

Per le albicocche l’Italia continua ad essere il maggior produttore europeo con una previsione che porta la produzione del nostro paese al 286 mila tons, un aumento del 34% rispetto al 2018. Secondo produttore europeo è la Francia, in forte aumento rispetto al 2018 raggiunge le 157 mila tonnellate.

Segue più distaccata la Spagna che a differenza degli altri due principali competitor fa registrare una previsione in calo dl -36% che porta la produzione al di sotto delle 100 mila tonnellate.