Tu sei qui

Export Italiano di F&V: 2018 in forte calo
09/04/2019
-
news

Sono Stati diffusi i dati sulle esportazioni di frutta e verdura per il 2018.

Come ogni anno, grazie alla collaborazione con Fruitimprese, presentiamo un’analisi approfondita suddivisa per destinazioni e principali prodotti.

Il 2018 sono state di poco superiori alle 3,5 mila tons, con un calo del 11,4% rispetto al 2017, secondo calo consecutivo dopo 5 anni di trend positivo.

All’interno di questi dati ci sono diversi fenomeni che meritano maggiore attenzione. Rispetto al 2017 tornano a crescere i mercati tradizionali in peso percentuale, con una quota di mercato che passa dal 85% al 88%.

Questo non grazie ad un amento delle esportazioni ma ad un calo minore rispetto ad altri mercati. Infatti come si può notare dalla tabella di seguiti le esportazioni verso l’unione europea calano del -10,30% mentre i cali verso le altre destinazioni sono a due cifre.

Analizzando i singoli paesi troviamo che la Germania è sempre il principale partner commerciale dell’Italia, il 32% delle esportazioni sono dirette verso questo paese, con un calo rispetto al 2017 del -9,3. Seguono Francia (+4%), Austria (-9,7%), Polonia (-14,4%), Spagna (+2,4%), Regno Unito (-9,6%), Svizzera (-6,4%), Repubblica Ceca (-0.3%), Paesi Bassi (-1,2%) e Slovenia che con un aumento del 8,2% entra fra i primi 10 paesi scalzando la Romania.

L’export dello scorso anno è stato influenzato dalla mancanza di prodotto, soprattutto mele (la prossima settimana presenteremo i dati suddivisi per prodotto) e questo ha portato a favorire i mercati più consolidati come la Germania e inviare meno prodotto a paesi più lontani.