Tu sei qui

Insoddifazione sulle fragole: un aiuto dagli imballaggi attivi
18/03/2019
-
news

Gli italiani non sono soddisfatti delle fragole che acquistano. È quanto emerge dal Monitor Ortofrutta di Agroter, condotto su 3000 responsabili acquisti italiani.

Dai dati del Monitor emerge che il 72% degli intervistati non è rimasto soddisfatto dall’ultimo acquisto di fragole e fra questi il 27% non ha ancora trovato fragole che gli siano piaciute.

Inoltre il 54% degli intervistati, infatti, dichiara che il sapore delle fragole che ha acquistato è peggiorato e per il 9% questo è decisamente peggiorato.

IL monitor ha indagato anche i motivi dell’insoddisfazione e il 33% degli intervistati ha trovato almeno una volta fragole marce nella confezione, mentre il 14% spesso e il 9% addirittura sempre. Questo vuol dire che più della metà delle volte il consumatore torna a casa ed è costretto a buttare via parte delle fragole acquistate. Con un unico risultato possibile: la volta dopo, anziché ricomprarle, acquisterà qualcos’altro

La sensazione di delusione è talmente forte che quando ai consumatori viene chiesto se sarebbero disposti a pagare un sovrapprezzo pur di non trovare fragole marce nelle vaschette, il 63% dice sì. Di questi il 19% pagherebbe fino al 10% in più e il 5% addirittura fino al 20% in più.

Questi sono alcuni dei motivi che hanno fatto della fragola il prodotto di lancio degli imballaggi Attivi del Consorzio Bestack, grazie ai quali sarà possibile consumare prodotti più freschi per più giorni e ridurre gli scarti.