Tu sei qui

Report IKO: crescono le produzioni di kiwi italiane
18/02/2019
-
news

È stato presentato a Fruitlogista 2019 il rapporto IKO sulle produzioni europee di kiwi per la stagione 2018/2019.

Nella scorsa stagione le produzioni europee di kiwi sono calate del -3%, per un totale di 675.000 tons.

A perdere terreno però sono le nazioni che negli ultimi anni avevano aumentato sensibilmente le proprie produzioni.

In particolare in Grecia sono state prodotte 180.000 tons di kiwi, con un calo del 18% rispetto alla stagione produttiva 2017/2018.

Calano anche le produzioni per Francia (-5%, 55.000 tons) e Portogallo (-20%, 28.500 tons).

In aumento del +19% le produzioni spagnole dove però si produce una bassa quantità di questo prodotto (18.500 tons).

L’Italia si conferma primo produttore dell’emisfero nord (Cina esclusa) con 393.000 tons, in aumento del 6% rispetto alla stagione precedente ma ancora al di sotto della stagione 2015/2016 quando sono state prodotte 575.000 tons.

A favorire l’aumento delle produzioni italiane è stato il kiwi giallo che passa da poco più di 40.000 tons a 59.900 tons, mentre le produzioni del kiwi verde aumentano del 1%.

Questa tendenza che vede le nuove varietà in aumento è confermata dall’analisi delle produzioni del primo produttore mondiale di kiwi, ovvero la Nuova Zelanda. Nell’ultima stagione produttiva sono state prodotte 280.000 tons di kiwi verde (-7% rispetto alla stagione precedente) e 250.000 tons di kiwi giallo (+4% rispetto alla stagione precedente. Inoltre, le previsioni per la prossima stagione vedono le produzioni i entrambe le tipologie di kiwi a 260.000 tons.