Tu sei qui

2017. Come si stanno orientando i consumi orticoli?
12/03/2018
-
news

A conclusione del rapporto sui consumi di prodotti ortofrutticoli in Italia nel 2017 presentiamo i dati sui prodotti orticoli.

Come per i prodotti frutticoli, anche per gli orticoli il 2017è stato un anno di ripartenza dei consumi sia per i volumi (+2,2%) che a valore (+1,9%).

I principali prodotti con il segno positivo a volume sono peperoni, cipolle, pomodori e insalata.

I peperoni superano per la prima volta negli ultimi 10 anni le 160 mila tonnellate (164.379 Tons) con un amento del 5,5% sui consumi 2014 e del 3% sulla media 2005/2016.

Buone performance anche per le cipolle che con 180.557 tonnellate (+3,8% sul 2016) si allineano sui consumi record del 2005/2006.

Da segnalare in particolare i consumi di pomodori (secondo prodotto orticolo più consumato in Italia) e insalata (terzo prodotto orticolo più consumato in Italia), i primi con 543.438 tonnellate (+2,9% sul 2016 si riportano in line con i consumi medi degli ultimi dieci anni dopo aver registrato per due anni record negativi, mentre i consumi di insalata sono i più alti degli ultimi 10 anni (428.092 tonnellate +2,7% sul 2016).

Il 2015 segna invece un’ulteriore battuta d’arresto per i consumi di patate, che restano il prodotto più consumato in Italia (662.352 tonnellate) ma calano dello 0,7% rispetto al 2016 e del 10,8% rispetto al 2007, anno migliore per questo prodotto.

Lo scorso anno ha dato indicazioni positive per i consumi di prodotti ortofrutticoli in Italia e a differenza degli anni precedenti non è soltanto una stretta cerchia di prodotti a garantire macrorisultati positivi, se i dati consuntivi sulle esportazioni confermeranno questa tendenza allora si potrà parlare di anno della ripresa per l'ortofrutta italiana.