Tu sei qui

Pesche e nettarine: continua la meridionalizzazione delle produzioni italiane
26/06/2017
-
news

CSO ha reso noto un aggiornamento sulle stime di produzione di pesche e nettarine comunicate durante Europech lo scorso 18 maggio.

La produzione europea di pesche e nettarine per il 2017 è stimata in aumento del 7% rispetto al 2016. Interessante notare come dal 2009 ad oggi sia in calo la produzione di pesche rotonde (-5%) ma in forte aumento la produzione di pesche piatte (+230%), anche se queste ultime in quantità rappresentano solo una piccola percentuale, questo auumento è da imputare soprattutto agli investimenti fatti in Spagna su questa varietà che solo nell’ultimo anno ha aumentato le superfici produttive del 12%.

In Italia si assiste ad una progressiva meridionalizzazione delle produzioni con le regioni settentrionali come Emilia Romagna, Piemonte e Veneto che registrano cali dal -3% al -8% rispetto al 2016.

Tali cali sono però compensati dall’aumento delle produzioni del sud Italia grazie alle quali a livello nazionale sono previste raccolte in aumento del 10% per le pesche e del 5% per le nettarine.

Va comunque ricordato come tali aumenti siano anche frutto di una stagione produttiva difficile nel 2016 che ha registrato, sia per pesche che per nettarine, un calo delle produzioni del 5% rispetto alla stagione precedente.

Sono previste in aumento le produzioni dei principali competitor. In particolare le produzioni spagnole supereranno le 1,5 milioni di tonnellate mentre per le produzioni greche è prevista una crescita superiore al 10%.