Tu sei qui

Bestack a Think Fresh 2017 - dentro al futuro
26/06/2017
-
news

Si è tenuta a Firenze la seconda edizione di Think Fresh organizzata da Agroter durante la quale è stato presentato il Monitor Ortofrutta (realizzato attraverso interviste a 1000 responsabili acquisti italiani) e alla quale hanno partecipato più di 450 operatori della filiera ortofrutticola italiana.

L’evento si è sviluppato in tre fasi. In primo luogo è stata organizzata una cena ristretta aperta ai responsabili ortofrutta della GDO italiana, durante la quale sono stati anticipati i temi della giornata successiva.

Durante la mattina sono stati presentati i dati sull’andamento del mercato ortofrutticolo italiano derivanti dal Monitor Ortofrutta. È stata anche valutata la percezione degli operatori rispetto ai temi trattati attraverso un sistema di televoto istantaneo.

Fra i principali temi emersi durante i lavori della mattina troviamo che per i responsabili acquisti gli elementi prioritari per la filiera ortofrutticola sono la tracciabilità dei prodotti, la certificazione e la protezione. Dalle interviste risultano invece più marginali la sostenibilità ambientale e il basso prezzo (solo il 15% degli intervistati ritiene il basso prezzo un elemento importante).

Per quel che riguarda il futuro della produzione ortofrutticola italiana i consumatori chiedono piante più resistenti che permettano di ridurre il numero di trattamenti e al contempo migliorino il gusto e le caratteristiche nutrizionali. Anche in questo caso solo per il 14% degli intervistati il prezzo è un fattore determinante.

Nel pomeriggio la parola è passata alla distribuzione.

Erano presenti sul palco Mario Gasbarrino, amministratore delegato Unes, Davide Marcomin, direttore prodotti freschissimi Auchan Retail Italia, Claudio Mazzini, responsabile commerciale settore freschissimi Coop Italia, Giovanni Panzeri, direttore prodotti freschi Carrefour, Giorgio Santambrogio, amministratore delegato Végé e presidente Associazione distribuzione moderna e Fabio Sordi, direttore commerciale Selex.

Tutti gli interventi hanno confermato la necessità di dare maggiore importanza al reparto ortofrutta e di mettere il cliente al centro dell’attenzione ascoltando le sue reali esigenze.

A differenza dello scorso anno Bestack ha scelto di sponsorizzare la cena per i responsabili ortofrutta. Questo ha dato la possibilità di presentare gli imballaggi Attivi direttamente a più di 50 responsabili ortofrutta della GDO italiana che hanno anche potuto toccare con mano l’efficacia degli imballaggi Attivi.

Come già successo dopo le presentazioni a Macfrut l’interesse per questa nuova tecnologia è stato alto e grazie all’esclusività dell’evento è stato possibile comunicare le caratteristiche degli imballaggi attivi direttamente a chi godrà di una parte dei benefici derivanti dall’utilizzo di tale tecnologia.