Tu sei qui

Macfrut 2016: edizione positiva per Bestack e il cartone ondulato
19/09/2016
-
news

L’edizione 2016 di Macfrut tenuta a Rimini la scorsa settimana ha visto un incremento dei visitatori del 9% rispetto al 2015 superando le 38.000 presenze.

In questa edizione il settore del cartone ondulato ha goduto di una grande visibilità, grazie all’allestimento della Hall sud (dove si sono tenute la cerimonia di apertura e di chiusura della fiera oltre ad altri eventi) e alla zona New Retail Solution dove è stato proposto un reparto frutta e verdura all’avanguardia composto interamente da imballaggi in cartone ondulato. Oltre a questo è stata creata una grande attenzione verso le potenzialità degli imballaggi in cartone ondulato grazie alle conferenze del primo giorno, dove soono stati presentati i risultati del test sull’innovazione espositiva, sviluppato in collaborazione con Dimar, e la presentazione alla stampa degli imballaggi innovativi.

Alla presentazione del progetto sull’innovazione espositiva hanno partecipato Roberto Della Casa (docente Unibo e Managing Director Agroter), Daniela Ostidich (Presidente Marketing & Trade), Marco d'Amico (Dimar, Space Allocation Category), Andrea Ventura (Business Unit Director Cefla) e Claudio Dall’Agata (Managing Director Consorzio Bestack). I principali risultati della sperimentazione hanno dimostrato come l’abbandono di un reparto ortofrutta con esposizione a isole orizzontali a favore di un’esposizione che si sviluppa in verticale e composta da imballaggi in cartone ondulato, porti ad un aumento dal 30% al 60% degli spazi espositivi e ad un aumento del fatturato del reparto dal 3% al 10%. Non solo, visti i risultati incoraggianti, la catena Dimar ha stabilito un programma pluriennale che vedrà tutti i punti vendita adottare la nuova modalità espositiva e utilizzare imballaggi in cartone ondulato.

Importanti riscontri sono venuti anche dalla presentazione degli imballaggi attivi che aumentano la shelf life dei prodotti ortofrutticoli, contrastando la marcescenza (specie in condizioni di alte temperature) e allo stesso tempo migliorando la qualità dei prodotti, che possono essere venduti al miglior grado di maturazione.

Lo Studio condotto dall'Università di Bologna, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari di Cesena, in collaborazione con il Consorzio Bestack ha verificato la rispondenza dei risultati di laboratorio sull'efficacia degli imballaggi attivi in cartone ondulato in un contesto reale.

La sperimentazione durata 3 mesi ha considerato tre prodotti orotofrutticoli ad alta deperibilità, fragole, albicocche e nettarine, e le 4500 analisi effettuate hanno dimostrato che gli imballaggi attivi (additivati con una miscela di oli esenziali naturali) garantiscono un aumento della shelf life dei prodotti fino a tre giorni. Questo aumento della shelf life porta ad una riduzione degli scarti che va dal 8% al 10%, riduzione che applicata alla vendita di prodotti ortofrutticoli in Italia equivale a circa 750.000 tonnellate di prodotto non buttate

Oltre a questo è stata dimostrata la maggiore efficacia degli imballaggi attivi ad alte temperature che permette di contrastare gli effetti negativi dovuti al non montenimento della catena del freddo.