Tu sei qui

Bambini a scuola di consumi sostenibili con Martina e Il Progetto delle Buone Idee di Bestack
08/09/2016
-
comunicato stampa

Sono aperte fino al 30 novembre le iscrizioni per la nuova edizione del
concorso per piccoli artisti in erba promosso nelle scuole elementari italiane
dal consorzio, per parlare ai ragazzi di ambiente e packaging che non inquina
attraverso la simpatica bambina nata dalla penna del cartoonist Ugo Bertotti

Quali sono le buone idee? Se parliamo di consumi sostenibili, di alimentazione e di
packaging green, le buone idee sono quelle che rispettano l’ambiente, senza lasciare
impronte su di esso, e che si rinnovano all’infinito, come la carta e il cartone.
Con questo messaggio Bestack - consorzio non profit di ricerca dei produttori italiani di
imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta - promuove la nuova edizione del Progetto
delle Buone Idee, un’iniziativa ludico didattica rivolta alle classi elementari di tutta
Italia, nata con lo scopo di sensibilizzare alunni, insegnanti e genitori su una corretta
alimentazione a base di frutta e verdura e sull’importanza delle risorse rinnovabili come il
cartone ondulato, il packaging per alimenti green per eccellenza, stimolando allo stesso
tempo nei più piccoli un approccio critico sul materiale da imballaggio, sulla sua
provenienza, il suo utilizzo e il suo corretto riciclo.
Il progetto prevede nello specifico un percorso educativo-informativo nelle scuole e un
concorso di creatività per piccoli artisti in erba.
Le iscrizioni al Concorso delle Buone Idee per l’anno scolastico 2016/2017 sono aperte
fino al 30 novembre: è possibile comunicare la propria adesione semplicemente
inviando una mail a progettodellebuoneidee@bestack.com.
Possono partecipare al concorso le classi terze, quarte e quinte elementari.
Inoltre cambia la modalità di partecipazione al concorso, che quest’anno si rivolge a piccoli
“architetti e designer”, chiamati a realizzare un’installazione colorata in cartone ondulato
che rappresenti la correlazione fra utilizzo della carta e rispetto della natura: il tema di
questa quinta edizione infatti è “Il cartone ondulato non si butta! Si ricicla!”.
In ogni classe che aderisce al progetto sarà organizzata una lezione introduttiva a cura del
consorzio, durante la quale un tutor illustrerà a studenti e insegnanti l’importanza
dell’utilizzo di materiali sostenibili per la salvaguardia dell’ambiente, fornendo anche
informazioni e curiosità sul tema.
Durante l’incontro sarà anche presentato lo sviluppo del concorso e verrà consegnato ai
ragazzi il materiale per la realizzazione degli elaborati, senza alcun costo a carico delle
scuole.
“Se parliamo di rinnovabilità, spesso associamo questo concetto all’energia, senza sapere
che essa ha un peso fondamentale anche in relazione alla materia - sottolinea il direttore
di Bestack, Claudio Dall’Agata - Ponendo l’accento sulla ‘rinnovabilità del cartone
ondulato’, il tema a cui dedichiamo questa nuova edizione del Progetto delle Buone Idee,
intendiamo far conoscere ai ragazzi e ai loro insegnanti le caratteristiche uniche di

questo materiale: il solo che, nel packaging, permette alle foreste di crescere. Per ogni
albero tagliato per produrre materia prima per i nostri imballaggi, infatti, ne vengono
piantati tre”.
Per parlare ai ragazzi in modo simpatico e divertente, Bestack ha un testimonial speciale:
si chiama Martina ed è una bambina specializzata nel parlare di sostenibilità ambientale,
in particolare di packaging green. E’ nata dalla matita del cartoonist Ugo Berottti ed è
anche la piccola e saggia dispensatrice di consigli che anima la fan page del consorzio:
Facebook.com/MartinaEIlConsorzioBestack