Tu sei qui

Perché cresce l’adozione di Attivo! in GDO

04/03/2021
-
news

La scelta di quattro catene della GDO di adottare Attivo! per le fragole si sta riverberando sull’intero mercato, anche sull’indotto

di Claudio Dall'Agata

L’Osservatorio ortofrutta di Agroter sui dati del Consumer Panel di Ismea-Nielsen ci riporta il quadro dei consumi domestici - quindi senza il fuori casa - di ortofrutta 2020. In sintesi +4% sul 2019. Questo il dato di fondo con dentro tanti distinguo: fermi i consumi di frutta fresca, la crescita è dovuta solo alla verdura (+9%). Di poco positivo l’incremento in GDO (+2%) con le grandi superfici che soffrono con segni negativi che arrivano a -7% nel primo semestre, crescite quasi a doppia cifra (+9%) per il dettaglio tradizionale mentre esplodono al +22% gli acquisti nei cosiddetti OPP (Online Pure Players).

Detto questo una valutazione più corretta, considerando lo tsunami pandemico di fine febbraio 2020, occorre farla non ad anno solare ma ad anno terminante a fine febbraio. E così si scopre che dopo 8 settimane di costante ma decrescente rialzo sul 2020, dalla nona settimana 2021 occorre rifare i conti. Nella nona settimana rispetto all’anno precedente, quando l’Italia per la prima volta si chiuse e ci fu la corsa ai supermercati, le vendite in GDO calano del 6,19% portando in territorio negativo febbraio e abbassando la crescita annua dal 5,11% al 3,36% in soli 7 giorni.

E ora che succederà? Quali strategie si sono messe in campo? Per i discount la strategia è chiara ed è legata all’offerta convenience associata alla continua e inesauribile espansione attraverso nuove superfici multicanali, che certamente precedono la ultra e immediata prossimità entro i 1.000 mq, ma paiono concentrarsi per il futuro su format più ampi oltre i 1.500 mq.

Per contro le catene tradizionali stanno spingendo sempre sul proprio prodotto a marchio, sviluppando all’interno di questo perimetro offerte sempre più segmentate verso l’alto sul segmento premium. A breve saranno svelati diversi progetti in questo senso.

Sembra quindi che la concorrenza orizzontale tra catene oggi più che mai si giochi sulla qualità del prodotto MDD e in particolare sulla convenienza della qualità esclusiva. Con qualità si intende certamente quella alimentare, e quindi il gusto, ma al tempo stesso essa deve essere intesa in termini più estesi come garanzia di igiene, di conservazione, di maggiore shelf life e di sostenibilità.

Almeno io me la spiego così la decisione di Esselunga di comunicare la propria scelta e di accelerare sull’adozione dell’imballaggio Attivo! Riduzione dello spreco, sostenibilità e shelf life, lo si diceva prima, più il nome di Esselunga hanno trasformato la notizia dell’adozione di Attivo! da parte dell’insegna della famiglia Caprotti in una bomba comunicativa. Oltre 5.100 letture in una settimana, così come la notizia dell’adozione di Attivo! da parte di Dimar, Alì e Ce.di Marche è andata su tutte le newsletter di settore: Freshplaza, Myfruit, Fruitbook Magazine, Corriere Ortofrutticolo, Agricultura fino a Distribuzione Moderna.

La visibilità di questa scelta ha inevitabilmente ha scatenato la curiosità e lo stimolo all’emulazione di altre catene, che si è riverberato poi su tutta la filiera. Ce ne siamo accorti noi, le aziende produttrici e i produttori di macchine per l’attivazione degli imballaggi in cartone. Si parte!

 

Riferimenti
https://distribuzionemoderna.info/news/cresce-in-gdo-limballaggio-attivo-il-packaging-anti-spreco-che-allunga-la-shelf-life-della-frutta
https://www.fruitbookmagazine.it/fragole-meno-sprechi-con-l-imballaggio-...
https://www.myfruit.it/mytech/2021/03/arriva-in-gdo-il-packaging-antispr...
https://www.agricultura.it/2021/03/01/in-gdo-arriva-limballaggio-attivo-...
https://www.freshplaza.it/article/9298580/il-packaging-anti-spreco-che-allunga-la-shelf-life-della-frutta-il-caso-delle-fragole/
http://www.corriereortofrutticolo.it/2021/03/03/fragole-imballaggio-anti-spreco-attivo-evidenza-sugli-scaffali-della-gdo/

Fonti:
Repubblica Osserva Italia, Osservatorio Ortofrutta di Agroter